Anatocismo Bancario e il calcolo dell’anatocismo

L’anatocismo è la capitalizzazione degli interessi sul capitale: ossia gli interessi maturati nel periodo di riferimento, sommati al capitale, determinano la base su cui calcolare gli interessi per il periodo successivo. In questo modo vengono calcolati “interessi su interessi” a danno del debitore.
Per questo motivo la Deliberazione 9 febbraio 2000 CICR ha vietato l’anatocismo anche nell’ambito dei Finanziamenti con piano di rimborso rateale.

In particolare secondo l’articolo 3 comma 1 della Deliberazione, gli interessi di mora non possono essere capitalizzati: Nelle operazioni di finanziamento per le quali è previsto che il rimborso del prestito avvenga mediante il pagamento di rate con scadenze temporali predefinite, in caso di inadempimento del debitore l’importo complessivamente dovuto alla scadenza di ciascuna rata può, se contrattualmente stabilito, produrre interessi a decorrere dalla data di scadenza e sino al momento del pagamento. Su questi interessi non è consentita la capitalizzazione periodica.